Atlante dei Cammini

Nel 2016 il Ministero dei beni e delle attività culturali ha redatto un Atlante digitale dei Cammini d’Italia, al fine di valorizzare il patrimonio costituito dagli itinerari escursionistici pedonali o comunque fruibili con altre forme di mobilità dolce sostenibile, di livello nazionale e regionale.

Un “atlante” digitale contiene i percorsi dei cammini italiani che rispettano gli 11 criteri definiti da un comitato di esperti nominati da governo e regioni

Sulla base della Direttiva ministeriale, sono considerati “cammini” gli itinerari culturali di particolare rilievo europeo e/o nazionale, percorribili a piedi o con altre forme di mobilità dolce sostenibile, e che rappresentano una modalità di fruizione del patrimonio naturale e culturale diffuso, nonché una occasione di valorizzazione degli attrattori naturali, culturali e dei territori interessati.
I Cammini attraversano una o più Regioni, possono far parte di tracciati riconosciuti a livello europeo e si organizzano attorno a temi di interesse storico, culturale, artistico, religioso o sociale.

Il Comitato Cammini

La necessità di un coordinamento inter-istituzionale formato da MiBACT, Regioni e Province autonome ha indirizzato l’istituzione di un Comitato Cammini, tuttora delegato a vagliare nuove e ulteriori segnalazioni avanzate da Regioni e Province autonome, unici enti preposti a proporre l’inserimento di nuovi Cammini nell’Atlante.

Obiettivi dell’Atlante

L’Atlante dei Cammini italiani ha consentito di raggiungere una nuova visione di insieme, individuando le opportunità presenti in tutta il Paese, permettendo inoltre di comprendere le interconnessioni tra i percorsi e le reali condizioni di percorribilità dei percorsi nei territori attraversati.
Il Comitato Cammini ha inteso individuare alcune linee guida per l’implementazione e lo sviluppo dei modelli di fruizione e di gestione sostenibile degli itinerari, intendendo garantire e favorire l’integrazione ambientale e paesaggistica con attività agricole, artigianali, turistiche e culturali del sistema Paese.

11 criteri per l’inserimento nell’Atlante

I percorsi che intendono essere inseriti nell’Atlante (solo su proposta delle Regioni e delle Provincie Autonome), devono rispondere a 11 criteri:

  1. L’itinerario dev’essere fisico, lineare ed effettivamente percorribile
  2. Il percorso deve garantire la fruizione in sicurezza
  3. La percentuale di strade asfaltate non dev’essere superiore al 40%
  4. La segnaletica orizzontale e/o verticale dev’essere garantita in tutto il percorso e per ogni tappa
  5. Il Cammino deve prevedere una governance stabile
  6. Devono essere garantite la vigilanza e la manutenzione del percorso
  7. Le tappe devono essere dotate dei servizi di supporto al camminatore
  8. Entro 5 km dal Cammino devono essere presenti servizi di alloggio e di ristorazione
  9. Il percorso dev’essere georeferenziato
  10. Un sito web di riferimento deve contenere la descrizione di ogni tappa
  11. Il sito dev’essere costantemente aggiornato

I 44 Cammini inseriti nell’Atlante

Nell’Atlante Digitale dei Cammini d’Italia, il contatore è giunto a 44 Cammini.
Prosegue nel frattempp il processo di proposta da parte delle Regioni di altri, nuovi percorsi che – ad oggi – sono 116, ma ben 72 non soddisfano gli 11 criteri individuati dal Comitato.

  1. Viaggio nella Storia D’Abruzzo – Cinque percorsi attraverso un ricco patrimonio archeologico, monumentale e naturale in alcuni dei più suggestivi luoghi d’Abruzzo.
  2. Via Romea Nonantolana – Da Nonantola un unico punto di partenza per il cammino medioevale che si snoda in due distinti percorsi: Occidentale e Orientale.
  3. Via degli Dei – Utilizzato a partire dal VII secolo a.C tra Fiesole e Felsina il Cammino deve il suo nome a quelli di ispirazione mitologica delle località attraversate.
  4. Cammino di Sant’Antonio – Il Cammino di Sant’Antonio collega Padova a La Verna e ripercorre alcuni dei luoghi più importanti della vita di Sant’Antonio da Padova.
  5. Cammino Di Assisi – Da Assisi a Gubbio, dall’eremo di Montecasale al Monastero di Camaldoli fino alla Basilica di San Francesco attraversando sentieri e luoghi percorsi da Sant’Antonio e San Francesco.
  6. Cammino di San Vicinio – Un peculiare percorso circolare che da Sarsina parte e arriva di fronte alla millenaria Basilica di San Vicinio.
  7. Cammino di San Francesco da Rimini a La Verna – Il Cammino esplora i luoghi natii dell’Ordine francescano ripercorrendo fedelmente la strada fatta dal fondatore nel 1213.
  8. Via degli Abati – Un tempo il percorso più veloce per andare da Lucca a Pavia passa per l’Abbazia di Bobbio con le spoglie di uno dei padri del monachesimo.
  9. Cammino di Dante – Un percorso attraverso i luoghi e il tempo dove Dante in esilio scrisse la Divina Commedia.
  10. Romea Strata – Un lungo Cammino composto da parti dell’antico sistema viario del nord-est italiano che dal Triveneto tagliavano trasversalmente la pianura padana.
  11. Cammino Celeste – Iter Aquileiense – Pellegrinaggio da Aquileia al Monte Lussari attraverso il ramo italiano di un triplice Cammino europeo.
  12. Cammino delle Pievi in Carnia – Natura, storia, arte e spiritualità in venti tappe. Partenza da Imponzo di Tolmezzo e arrivo a Zuglio.
  13. Cammino di Francesco – Un lungo sentiero ad unire i quattro santuari fondati dal ‘poverello’ di Assisi.
  14. Cammino di Benedetto – Da Norcia a Montecassino un viaggio lungo i luoghi della memoria e della vita del Santo.
  15. Sentiero Liguria – Cammino dalla forte vocazione turistica ed escursionistica un percorso che si snoda e attraversa tutta la costa ligure.
  16. Alta Via dei Monti Liguri – Da Ventimiglia attraverso l’arco montuoso della Liguria per ammirare contemporaneamente Corsica, Monviso e Massiccio del Monte Rosa.
  17. Cammino Francescano della Marca – Un viaggio sulle orme di San Francesco tra l’Umbria e le Marche.
  18. Via Romea Germanica – Una antica strada simbolo della cristianità, antesignana della futura Unione Europea.
  19. Sentiero della Pace – Ripercorrere luoghi e memorie della Prima Guerra Mondiale in un lungo itinerario dal Passo del Tonale alla Marmolada.
  20. Via Vigilius – Sulle orme di Vigilio Principe-Vescovo di Trento nel IV secolo che tentò l’evangelizzazione della zona.
  21. Via Alpina – Cinque diversi percorsi per un unico grande Cammino europeo tra Slovenia, Austria, Italia, Germania, Liechtenstein, Svizzera, Francia e Principato di Monaco.
  22. San Vili – Tracciato sull’antica via romana percorsa nel 400 d.C. dal Vescovo martire Vigilio unisce Trento a Madonna di Campiglio.
  23. Sentiero del Dürer – Dal Klösterle di San Floriano alle Piramidi di Segonzano deve il suo nome alla via aperta dall’artista rinascimentale tedesco.
  24. Alpiedi-Ledro Alps Trek – Un Cammino-Trekking circolare nei territori delle riserve naturalistiche delle Alpi Ledrensi.
  25. Via Claudia Augusta – Antica Via romana del 15 a.C. tracciata per la campagna militare nei territori di Austria e Germania, attraversa e unisce tre diverse nazioni.
  26. Cammino Minerario di Santa Barbara – Ventiquattro tappe per ripercorrere l’epopea mineraria all’interno del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna.
  27. Magna Via Francigena – Un’antica pietra miliare testimonia l’esistenza di un percorso tra Palermo e Agrigento già in epoca romana il nome risale invece al periodo normanno-svevo.
  28. Trekking del Santo-Cammino di S. Nicolò Politi – Dal Parco dell’Etna a quello dei Nebrodi sulle orme del Santo. Un trekking per pellegrini esperti di questo tipo di percorsi.
  29. Via di Francesco – Un viaggio tra i luoghi simbolo della spiritualità del Santo di Assisi.
  30. Cammino dei Protomartiri Francescani – Attraversando i luoghi di San Francesco e dei suoi cinque Santi.
  31. Via Lauretana Assisi-Loreto – Un cammino lungo l’antica direttrice che attraversava tutto lo Stato Pontificio.
  32. Via Amerina-Cammino della Luce – Sull’antica strada asse portante del ‘Corridoio Bizantino’.
  33. Di qui passò Francesco – Un Cammino nei luoghi del Poverello d’Assisi tra Toscana, Umbria e Lazio.
  34. Chemin d’Assise – Dalla Francia all’Italia sulle orme del Santo.
  35. The Way of St. Francis – Da Sant’Ellero sino ad Assisi e poi in Sabina lungo i luoghi simbolo della vita di Francesco.
  36. Via Francigena – Da Canterbury a Roma un Cammino a carattere internazionale riconosciuto ‘Itinerario Culturale del Consiglio Europeo’ dalla UE.
  37. Via Spluga – Attraverso le Alpi Centrali uno storico Cammino tra luoghi e culture diverse.
  38. Luoghi e Vie della Fede – Pellegrinaggio autogestito nei territori del lecchese prossimi al Lago di Como.
  39. La Via Priula – Un Cammino tra le atmosfere tipiche del territorio prealpino della Lombardia.
  40. Cammino di San Francesco di Paola – Due distinti percorsi sui luoghi della vita e delle opere di Francesco.
  41. Sentiero del Brigante – Sui crinali dell’Aspromonte ricalcando le vie dei briganti usate per sfuggire alla cattura.
  42. Le Vie del Giubileo – Una serie di itinerari, vie e sentieri attraverso Roma, per leggere e vedere da angolazioni nuove e diverse, bellezze e ricchezze della città eterna.
  43. Via Matildica del Volto Santo – da Mantova a Lucca attraverso Lombardia, Emilia-Romagna e Toscana
  44. Jacobsweg Südtirol – che taglia trasversalmente tutta la Provincia di Bolzano – noto anche come Cammino di San Giacomo, variante tirolese del tracciato austriaco del Cammino di Santiago di Compostela.

Rispondi