Cammini d'Europa

Cammini d’Europa è una rete di cooperazione internazionale, nata con il sostegno dell’Unione Europea e indirizzata a sostenere lo sviluppo e la crescita delle regioni e dei territori attraversati dai principali itinerari culturali che attraversano il continente e guardano ad Oriente e al Mediterraneo, promuovendo la Pace e il rispetto dei Diritti universali dell’uomo attraverso percorsi di incontro, confronto, dialogo, conoscenza e rispetto.

Cammini d’Europa è un vero e proprio progetto di sviluppo territoriale a scala europea, senza finalità di lucro, finalizzato alla valorizzazione integrata di itinerari culturali e di pellegrinaggio

Cammini d’Europa riunisce – in un partenariato stabile – soggetti pubblici e privati che condividono una visione mirata ad accrescere il sentimento di appartenenza a una comune cultura europea, nella piena valorizzazione delle differenze e delle diversità, tramite connessioni e relazioni che si realizzano lungo itinerari e percorsi di valorizzazione storica, culturale e socioeconomica, con un approccio sempre orientato alla sostenibilità ambientale.

L’agire è ispirato dalla Convenzione di Faro del Consiglio d’Europa, ovvero dal concetto che la conoscenza e l’uso dell’eredità culturale rientrano fra i diritti dell’individuo a prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità ed a godere delle arti.

Con il Marchio “Cammini d’Europa” sono proposte strategie integrate di promozione del patrimonio culturale, di sviluppo territoriale e rurale, basate su azioni e interventi concreti, rivolti alla promozione internazionale degli itinerari e delle comunità locali attraversate, agevolando la creazione di servizi a valore aggiunto, di reti di informazione e accoglienza, di sostegno delle produzioni tradizionali e di eccellenza.

Le Organizzazioni che aderiscono alla Rete di Cooperazione di Cammini d’Europa:

  • entrano a stretto contatto con altre Organizzazioni europee e italiane che lavorano per lo sviluppo di Itinerari culturali, Rotte, Cammini e Ciclovie;
  • possono utilizzare, nel rispetto delle procedure, il Marchio “Cammini d’Europa;
  • ricevono visibilità per la propria Organizzazione, per gli Itinerari coinvolti e per i territori rappresentati;
  • costituiscono una piattaforma ideale per lo scambio di esperienze sui temi che riguardano l’ideazione, l’organizzazione, l’implementazione, la manutenzione e la promozione degli Itinerari, delle Rotte, dei Cammini e delle Ciclovie;
  • possono partecipare alle Assemblee, ai Seminari, agli Incontri e al Meeting annuale “All Routes Lead to Rome“;
  • hanno titolo per intervenire alle riunioni dei Coordinamenti regionali;
  • hanno priorità e agevolazioni per la partecipazione ai Corsi di formazione, Master e Seminari della “Scuola di Cammini“;
  • possono prendere parte a diverse azioni ed essere attivi nell’ulteriore sviluppo dei progetti di Cammini d’Europa;
  • entrano nel partenariato stabile di consultazione del Comitato Scientifico;
  • cooperano con altre organizzazioni in Europa, anche partecipando a call, avvisi, bandi e altre opportunità di finanziamento regionali, nazionali ed europee.

Non meno importante, gli aderenti diventano parte di un network che aiuta a mantenere e approfondire l’amicizia tra le Organizzazioni e tra le Persone che si occupano di Itinerari come veicoli di cultura e di sviluppo territoriale sostenibile, ma anche come strumenti di conoscenza, di dialogo, di confronto e di Pace tra Europa e Mediterraneo.

Per maggiori informazioni, visita il sito ufficiale di Cammini d’Europa.

Rispondi