Festival Letteratura di Viaggio

Il Festival della Letteratura di Viaggio, nato nel 2008 da un’idea di Claudio Bocci, è un appuntamento imperdibile, divenuto ormai un “classico” dell’Estate Romana, dopo aver raggiunto e superato la decima edizione. Un evento diffuso nella Città di Roma che trova casa nella Villa Celimontana e il suo Parco.

Grandi nomi della letteratura, del cinema, del teatro, della fotografia, delle arti e del costume, per un festival che racconta il mondo…

Il Festival, diretto dal celebre fotografo Antonio Politano, è dedicato al “racconto del mondo”, vicino e lontano, attraverso diverse forme di narrazione del viaggio, di luoghi e culture: dalla letteratura alla fotografia, dal cinema al giornalismo, dalla geografia alla musica, dalla storia al teatro. Con incontri, mostre, premi, proiezioni, letture, spettacoli, laboratori e visite guidate. E poi ancora, narrazioni di paesi e genti, geografie ed etnie, per una cultura della conoscenza e del rispetto. Insomma: un’idea di viaggio inteso come accostamento e attraversamento di mondi, remoti o prossimi, come scoperta e incontro, occasione di relazione, disposizione all’ascolto ed esposizione all’alterità.

Tra i partecipanti, viaggiatori e narratori a diverso titolo, italiani e stranieri: romanzieri, poeti, geografi, storici, filosofi, antropologi, giornalisti, fotografi, musicisti, registi.
Da William Dalrymple a Elizabeth Chatwin, da Bernardo Bertolucci a Claudio Magris, da Tahar Ben Jelloun a Reinhold Messner, da Zerocalcare a Vittorio Giardino, da Valeria Parrella ad Amos Oz, da Stefano Malatesta a Paolo Rumiz, da Melania Mazzucco a Umberto Galimberti, da Ennio Morricone a Giuseppe Tornatore, da Gabriele Salvatores a Bernardo Valli, da Predrag Matvejevic a Tony e Maureen Wheeler, da Michele Mari a Simonetta Agnello Hornby, da Gianni Berengo Gardin a Ferdinando Scianna, dal Wwf all’Unhcr, passando per il National Geographic e – naturalmente – All Routes lead to Rome, dato che alcuni temi fanno parte di una visione comune: migrazioni, contaminazioni, vie, cammini, esplorazioni e, infine… aree interne, Mediterraneo e isole.

Lo sviluppo del Festival, affidato a Simone Bozzato, avviene in collaborazione con istituzioni, territori, editori, organizzazioni, associazioni e aziende.


+INFO: visita il sito ufficiale del Festival

Rispondi