Basolato strade romane

I nomi delle vie consolari (tutte ancora attive) derivano da quello dei magistrati che ne ordinarono la costruzione. Solitamente un censore, ma poteva essere anche un console, come nei casi della via Flaminia e della via Emilia.
In altri casi il nome deriva dalla località cui termina la strada stessa; ad esempio la via Ardeatina che conduce da Roma ad Ardea, la via Anagnina versoi Anagni, la via Tuscolana al Tuscolo, ecc.
In altri casi ancora, dall’utilizzo che se ne faceva. La via Salaria ad esempio è così chiamata perché vi si trasportava il sale.

Le strade erano pensate per durare a lungo: una trincea profonda circa 45–60 cm, veniva riempita con successivi strati di terra, pietra e sabbia fino a raggiungere il livello del terreno. Il tutto veniva cementato con la calcina. Poi venivano rivestite di grosse lastre poligonali di basalto o calcare incastrate perfettamente tra loro; gli interstizi erano riempiti da breccia, poi brecciolino, infine le più importanti di rena compattata, per permettere alle bighe (carri leggeri) o ai cavalli di correre veloci.

  • Via Annia, da Adria attraverso Padova ad Aquileia
  • Via Appia, (312 a.C.), da Roma attraverso Capua, Benevento e Taranto a Brindisi (264 a.C.)
  • Via Amerina, da Roma a Ameria, oggi Amelia e Perugia
  • Via Ardeatina, da Roma ad Ardea
  • Via Ariminensis, da Arretium ad Ariminum
  • Via Aurelia (241 a.C.): da Roma a Pisa
  • Via Aurelia (75 a.C.): da Padova ad Asolo
  • Via Caecilia (142 a.C. o 117 a.C.): dalla Via Salaria verso la costa adriatica raggiungendo Amiternum e Hatria (oggi Atri), superando il l’Appennino centrale nel passo oggi chiamato delle Capannelle
  • Via Campana, che proveniva dalle saline di Ostia
  • Via Cassia (171 a.C.): da Roma alla Toscana, attraverso l’Etruria interna
  • Via Claudia Augusta: iniziata dopo le campagne militari in Rezia e Vindelicia del 15 a.C. da Druso maggiore e Tiberio, figliastri di Augusto, valicava le Alpi e collegava la Venetia alle rive del Danubio
  • Via Clodia, da Roma alla Toscana formando un sistema con la Cassia
  • Via Cornelia, da Roma (Porta Cornelia, presso il Vaticano) giungeva a Caere, ove si congiungeva con l’Aurelia
  • Via Collatina, da Roma a Collatia; fu in seguito prolungata fino alla Tiburtina nel punto in cui questa passa alla riva sinistra dell’Aniene, presso Ponte Lucano
  • Via Domiziana, da Sinuessa (Mondragone) a Puteoli (Pozzuoli)
  • Via Emilia (187 a.C.): partiva dalla Via Flaminia a Rimini e la congiungeva con Bologna e Piacenza
  • Via Emilia Scauri (109 a.C.), prolungava la Via Aurelia da Luna fino a Genova e Vada Sabatia
  • Via Flaminia (220 a.C.): da Roma a Rimini
  • Via Flaminia minor 187 a.C. circa, strada militare da Arezzo a Claterna vicino Bologna
  • Via Flavia, antica strada romana della provincia Venetia et Histria, fu costruita dall’imperatore Vespasiano nel 78-79. La strada partiva da Tergeste (Trieste) e, costeggiando il litorale istriano, passava per Pola e Fiume; giungeva infine in Dalmazia, ma si è supposto che dovesse originariamente prolungarsi sino alla Grecia
  • Via Fulvia, da Derthona (Tortona) a Augusta Taurinorum (Torino)
  • Via Gallica, strada Romana che collegava Torino con Milano e Milano con Venezia (SS.11)
  • Via Gemina: da Aquileia ad Emona, iniziata probabilmente dopo le campagne militari di Ottaviano degli anni 35-33 a.C. nell’Illirico romano
  • Via Iulia Augusta, collegava Aquileia con il Norico passando per Iulium Carnicum e il passo di Monte Croce Carnico
  • Via Julia Augusta (13 a.C.): da Piacenza, passando per la riviera ligure di ponente, giungeva in Gallia ad Arles, dove si congiungeva con la Via Domizia
  • Via Latina, attraversava la zona degli Ernici, il Liri, il Volturno e si collegava poi a Casilinum con la via Appia
  • Via Labicana, da Roma verso sud-est per Labicum, formando un sistema con la Praenestina
  • Via Laurentina da Roma a Laurentum / Lavinio
  • Via Nomentana, da Roma a Nomentum, nei pressi dell’attuale Mentana (anche detta “via Ficulensis” perché inizialmente limitata a Ficulea)
  • Via Novaria-Sibrium-Comum, da Novara a Como passando per il Seprio
  • Via Ostiense, da Roma a Ostia
  • Via Pompeia o Pompea (210 a.C.): periplo della Sicilia (certamente lungo la dorsale orientale Messina – Siracusa)
  • Via Popilia (132 a.C.): portava da Capua a Reggio Calabria
  • Via Popilia-Annia (132 a.C. – 131 a.C.): portava da Rimini ad Aquileia
  • Via Portuense: da Roma alla foce del Tevere
  • Via Postumia (148 a.C.): da Genova ad Aquileia.
  • Via Praenestina, da Roma a Praeneste (anche detta “via Gabina”)
  • Via Quinctia, da Fiesole e Firenze a Pisa
  • Antica via Regina, strada che collegava Milano a Como passando per Desio e Seregno. Da qui percorreva il lato orientale del lago di Como e proseguiva poi come Via Mala.
  • Via Salaria: da Roma al Mare Adriatico (nelle Marche)
  • Via Salaria Gallica: strada intervalliva tra Forum Sempronii (Fossombrone) e Asculum (Ascoli Piceno) (nell’odierna regione Marche)
  • Via Salaria Picena: strada litoranea che collegava la Via Flaminia alla Via Salaria partendo da Fanum Fortunae e arrivando in località Castrum Truentinum nei pressi di Porto d’Ascoli
  • Via Sara, collegava Sestri Levante con Ghiare di Berceto
  • Via Satricana, da Roma a Satricum
  • Via Severiana, che collegava Portus (odierna Fiumicino) a Terracina
  • Via Severiana Augusta da Milano al Passo del Sempione (nota anche come via Mediolanum-Verbannus)
  • Via Sorana, connetteva Alba Fucens e la via Tiburtina Valeria con la via Latina attraverso Sora e la Valle del Liri
  • Via Strada delle cento miglia, strada militare, collegava Parma a Luni
  • Via Sublacense, dalla via Valeria alla villa di Nerone a Subiaco
  • Via Tiburtina, da Roma a Tibur (Tivoli) e Via Tiburtina Valeria, il prolungamento fino a Pescara
  • Via Traiana, costruita da Traiano (109 d.C.) in alternativa alla vecchia via Appia, collegava Benevento a Brindisi e passava prossima all’Adriatico
  • Via Traiana Calabra, prolungamento della via Traiana da Brindisi ad Otranto
  • Via Traiana Nova, percorso alternativo alla Via Cassia nel tratto tra Volsinii Novi e Chiusi
  • Via Trionfale da Roma a Veio
  • Via Valeria, da Messina a Lilibeo
  • Via Veientana, strada etrusca che seguiva il percorso della Via Cassia fino a Tomba di Nerone, poi si distaccava per raggiungere Veio.

il disegno della rete viaria romana che correva lungo la penisola consentiva agli eserciti consolari di spostarsi verso le altre province conquistate, verso tutti i territori dell’Impero, dalla Britannia alla Mesopotamia, dalle Colonne d’Ercole al Mar Caspio

Strade transalpine fra Italia e Germania

  • Via Claudia Augusta dal Veneto ad Augusta attraverso il Passo di Resia
  • Via Mala da Milano a Lindau sul Lago di Costanza attraverso il Passo del San Bernardino
    Strade transalpine fra Italia e Francia
  • Via Cozia da Augusta Taurinorum (Piemonte) a Gap (Francia) attraverso Segusium, il Colle del Monginevro. Si sovrappone in parte alla Via Domizia
  • Via Domizia da Segusium (oggi Susa in Piemonte) a Narbo Martius (oggi Narbona in Linguadoca-Rossiglione) tramite il Colle del Monginevro

Spagna

  • Via da Siviglia a Gijón
  • Via Augusta, da Cadice ai Pirenei, dove si unisce alla Via Domizia al Col de Panissars. Passa attraverso Valencia e Barcellona
  • Via Delapidata (Iter ab Emerita Asturicam), da Augusta Emerita (Mérida) a Asturica Augusta (Astorga)

Regno Unito

  • Akeman Street
  • Dere Street
  • Ermine Street
  • Fen Causeway
  • Fosse Way
  • Peddars Way
  • Stane Street
  • Stanegate
  • Via Devana
  • Watling Street

Oriente

  • Strata Diocletiana, lungo il limes arabicus (comprendente forti, fortini e torri di avvistamento); iniziata da Diocleziano attorno al 290, ancora in uso nel VI secolo
  • Via Hadriana in Egitto, costruita dopo il 130 dall’imperatore Adriano
  • Via Traiana Nova (già esistente come Via Regia), fu ricostruita da Traiano tra il 111 e il 114.

 

Rispondi