Per scoprire tutta la bellezza della Città Eterna non basta probabilmente una vita intera. L’esperienza di visita dovrebbe essere simile all’esperienza di esserne cittadini, di viverla da residente, per poter esplorare le sue infinite sfaccettature, i mercatini rionali, le botteghe artigiane, le periferie, i luoghi più insoliti e inusuali.
Una Città che merita di essere vissuta e scoperta a piedi. Andando oltre le icone più celebrate e senza tempo come il Colosseo, la Basilica di San Pietro, i Fori Imperiali, Piazza di Spagna, Fontana di Trevi ecc., per spingersi verso quelle realtà estranee al turismo di massa ma dense di esperienze da vivere. E incontrare le persone, che non si trovano sulle guide turistiche ma in mezzo alla strada, con tutte le loro storie di vita.

Mezzo milione di percorsi, da tutta europa, portano a Roma: un sistema viario che rende ancor più unica e straordinaria la città eterna.

Se quindi grazie alle ampie aree pedonalizzate e alle stradine a bassissima frequenza di traffico, il centro di Roma si presta facilmente ad essere scoperto a piedi o in bicicletta, è anche vero che – uscendo dalle affollate vie dello shopping e dai soliti itinerari – ci si può immergere nella romanità, ascoltando racconti, miti, leggende e storie di vita che, nella Città eterna, assumono colori e sapori che sapranno imprimersi a lungo nella memoria.

Una curiosità: gli americani ci offrono una mappa dei passi e delle calorie

Dalla Stazione Termini a piazza Vittorio Emanuele? Sono 1.216 passi per un totale di 30 calorie. E per arrivare al Colosseo? Totale 2.095 passi e 52 calorie bruciate. Un giro al centro fra piazza di Spagna e via Nazionale, fino a piazza della Repubblica? 1.778 passi e 64 calorie. Sono solo alcuni dei numeri che si possono trarre dalla particolare mappa della metropolitana pubblicata da Fitbit, azienda californiana che produce dispositivi indossabili per il fitness.

A volte è sufficiente saltare qualche fermata della metropolitana, per esempio scendendo prima di quella d’arrivo, per raggiungere un obiettivo di benessere fisico e scoprire aspetti inusuali della Città Eterna: in fondo, la distanza più ampia percorribile tra due fermate è sulla linea C, fra gli stop di Gardenie e Teano, dove sono necessari 2.973 passi per 74 calorie impiegate. Si dividono il secondo posto le fermate Anagnina/Cinecittà sulla linea A, Eur/Magliana/Eur Palasport sulla B e ancora Grotte Celoni/Torre Gaia sulla C, tutte lunghe 1.900 passi (64 calorie).
C’è qualcosa anche per i più pigri, specialmente sulla linea A: sono infatti appena 608 i passi tra le fermate di Numidio Quadrato e Porta Furba, così come fra Furio Camillo e Ponte Lungo. Per concedervi uno shopping sulla via Tuscolana (appena 15 calorie), una delle arterie romane più ricche di catene e negozi. In termini assoluto la linea rossa conta circa 24.324 passi, la blu 31.081 e la verde 23.649.

Parchi, ville e giardini

I Parchi, le Ville e i Giardini di Roma costituiscono i polmoni verdi della metropoli: non solo per passeggiare nella natura, ma anche per trovare splendidi esempi di giardino all’italiana intervallati da edifici storici, monumenti, sculture, piccoli boschetti e molto altro (abbiamo dedicato una pagina al piacere di camminare nel verde urbano).
Le escursioni e cicloescursioni proposte da EcoBike & Tour, da Viandando, in collaborazione con Rome for You, sono un assaggio di tanta meraviglia.

Itinerari delle Vie del Giubileo

All Routes lead to Rome gode del Patrocinio del Pontificio Consiglio per la Cultura che, insieme ad esperti archeologi e storici del Ministero dei beni e delle Attività culturali, ha realizzato 20 percorsi tematici per orientare il visitatore, a seconda degli interessi e delle inclinazioni, tra le straordinaria quantità di tesori che la Capitale custodisce.
Antiche storie di Papi, Imperatori, Santi o artisti: la sezione di questo sito dedicata agli itinerari che compongono Le Vie del Giubileo è stata pensata per stimolare la visita ai luoghi percorrendo le distanze a piedi o in bicicletta.

Lontani dal centro, per scoprire la periferia delle meraviglie

Il cammino come laboratorio creativo a cielo aperto. Scoprire una Roma inedita, tra i quartieri del Trullo e Corviale, compiendo un viaggio nel mondo della street art e della poesia di strada: condivisioni letterarie, musica, approfondimenti di esperti e incontri con le realtà associative locali.

Le passeggiate organizzate da Comunicazione in Cammino sono facili e adatte a tutti, caratterizzate da pause letterarie – con letture di brani e poesie, guidate e condotte da un gruppo interdisciplinare di esperti – e altre di scoperta della bellezza che anima anche le periferie della Città Eterna.

Roma a piedi o in bicicletta è una scoperta. Per tutti.

 

Rispondi