Con il patrocinio di Roma Capitale

Lavoriamo tutto l’anno per offrire un evento pubblico, aperto, inclusivo e accessibile.
Non è un caso se, per investire sulla totale indipendenza di contenuti e di strategie, il Meeting si sostiene interamente attraverso un ampio partenariato pubblico-privato, impegnato in attività di fundraising e di economia circolare.

All Routes lead to Rome è anche un evento diffuso, capace di coinvolgere decine di location di Roma e del Lazio (vedi la mappa), nonché vari territori da ogni Regione d’Italia, d’Europa e del Mediterraneo, che si incontrano annualmente per confrontare buone prassi, successi e criticità, modelli e strategie per la fruizione degli itinerari e del patrimonio culturale, tangibile e intangibile.

UN EVENTO APERTO E INCLUSIVO, PARTECIPATO E INDIPENDENTE, DIFFUSO NEI LUOGHI E NEGLI SPAZI, CON APERTURE STRAORDINARIE, PER OFFRIRE UN MOMENTO DI INCONTRO TRA LE PERSONE, I TERRITORI E LE CULTURE

All Routes lead to Rome è pensato così, con una formula itinerante e diffusa, che spazia dai luoghi canonici della cultura – quali Palazzo Massimo, Museo Nazionale Romano, o Villa Celimontana – ad altri meno noti e consueti, fino a raggiungere le sedi del Parco Archeologico dell’Appia antica, i Parchi e i giardini di Roma. Senza dimenticare i luoghi sacri, come le Basiliche del Celio, aperte la sera per ospitare concerti di musica classica, con tematismi diversi ad ogni edizione.
E inoltre si muove lungo le vie Consolari, per recuperare un rapporto con la storia e l’identità dei luoghi, dalla zona dei Castelli Romani fino al Parco archeologico del Borgo di Ostia antica.

PATRIMONIO CULTURALE E MOBILITÀ LENTA: ASSET STRATEGICI PER LA QUALITÀ DELLA VITA.

Non solo convegni, incontri, seminari e presentazioni, dunque, ma un fitto programma che coinvolge Roma Capitale e i suoi Municipi, per diventare elemento di connessione con le forze attive della società civile e stimolare riflessioni sull’importanza della mobilità lenta e dei beni comuni per la qualità della vita.

CON LA PARTECIPAZIONE ATTIVA DEI MUNICIPI DI ROMA CAPITALE

Grazie alla Commissione Turismo, Moda e Relazioni Internazionali di Roma Capitale, presieduta da Carola Penna, a partire dalla III edizione è stato possibile attivare le energie migliori dei Municipi.
Il Programma si è arricchito di eventi di elevato valore simbolico, realizzati anche in contesti di periferia e nelle zone meno conosciute di Roma, con appuntamenti all’insegna di una rinnovata capacità di trovare la bellezza nei luoghi abbandonati, nelle zone degradate e recuperate con la street art e nelle situazioni che ormai giungono a notorietà soltanto a seguito di fatti di cronaca.

Il Meeting tenta di gettare semi per trovare le risposte alle domande più profonde nella vita quotidiana delle persone. Non un patrimonio culturale asettico, lontano o indifferente, ma come elemento capace di determinare i progetti e gli orientamenti della vita, a livello personale e sociale, culturale e politico, economico e scientifico.
Se anche soltanto alcuni di questi semi potranno germogliare, l’impegno comune non sarà stato vano. Soprattutto oggi, quando siamo chiamati ad attraversare un quadro planetario, nazionale e locale di grande incertezza.
Solo l’incontro tra le persone, i luoghi e le culture può consentirci di guardare con speranza al futuro, agli italiani di domani, nonché alle loro attese e più legittime istanze.

 

Rispondi