Itinerario europeo dei viaggi di Goethe

    0
    8
    Itinerari Europei di Goethe

    A duecento anni di distanza, riteniamo che il “Viaggio in Italia” di Goethe continui ad essere un grande motivo di amicizia tra Germania e Italia, ma anche un patrimonio comune a tutti i cittadini Europei.
    Per questo motivo è intenzione dell’Associazione Europea dei Viaggi di GOethe candidare il percorso al riconoscimento ufficiale di “Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa“.

    Il Programma dedicato alle vie europee di cultura è stato lanciato dal Consiglio d’Europa nel 1987, con l’obiettivo di dimostrare in modo chiaro – attraverso un viaggio nel tempo e nello spazio – come il patrimonio dei singoli Paesi europei rappresenti un’eredità culturale comune. Il “Viaggio in Italia“, insieme ad altri viaggi che Goethe affrontò nel corso della sua vita, dalla Francia alla Polonia, fornisce una dimostrazione concreta dei principi fondamentali del Consiglio d’Europa: diritti umani, democrazia culturale, identità culturale nella diversità, dialogo, scambio e arricchimento reciproci, al di là delle frontiere e attraverso i secoli.

    Il suo “Italienische Reise” durò dal 3 settembre 1786 al 18 giugno 1788, cioè un anno, nove mesi e quindici giorni.

    Queste le principali tappe che ripercorrono il viaggio di andata dalla Germania all’Austria, attraverso la Repubblica Ceca:
    Karlsbad > Karlovy Vary > Eger > Regensburg > München > Mittendwald > Seefeld > Innsbruck

    E poi al ritorno, attraverso Svizzera e Liechtenstein, per tornare a Weimar:
    Chur > Vaduz > Zurich > Konstanz > Ulm > Nuremberg > Bamberg > Coburg > Jena > Weimar

    In ogni tappa, Goethe non seppe sottrarsi all’opportunità di attraversare i luoghi con la predisposizione d’animo più adatta a lasciarsi sorprendere e incantare, descrivendo non solo i luoghi ma le persone, i riti, gli abiti e i costumi.
    Per questo motivo, più che per altri, l’eredità lasciata dal grande intellettuale tedesco sia quanto mai attuale.

    L’opera “Viaggio in Italia” non è una semplice descrizione del Paese, ma delle impressioni che Goethe riceveva dalla gente, mescolata a riflessioni su arte, cultura e letteratura. E’ dunque un libro sull’Italia – che è stato capace di stimolare e promuovere il Grand Tour in tutta Europa e nel mondo – ma, ancor prima, un libro sugli italiani.


    +INFO: Per saperne di più, visita il sito di Goethe in Italia

     

    Rispondi