Mobilità dolce, riduzione dell’impronta ecologica, sobrietà, lentezza, responsabilità ed equilibrio: queste le tracce da seguire per entrare con il giusto stato d’animo in All Routes lead to Rome, il primo Meeting dedicato agli italiani di domani, concentrato sulla qualità della vita di oggi.

Il Meeting annuale All Routes lead to Rome, con il suo acronimo “R2R“, nasce nel febbraio 2015 come evento singolo, nel contesto di un progetto di cooperazione internazionale, ma si è subito trasformato in una conferenza annuale. Inizialmente focalizzata sugli itinerari culturali europei e mediterranei – coerentemente con la sua origine pugliese – in seguito ha esteso il suo raggio di competenza al mondo scientifico, accademico, culturale, delle imprese e del terzo settore, trovando la propria sede ideale a Roma.

Dopo tre edizioni organizzate nella Capitale, il programma di novembre 2019 prevede conferenze diffuse in tutto il territorio nazionale, in ogni luogo dove siano presenti organizzazioni partner che – nel rispetto di poche e semplici linee guida – intendano contribuire attivamente alla missione di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della mobilità dolce nella costruzione di un futuro migliore, più equo e più sostenibile.

L’intera sessione di convegni, incontri, seminari, conferenze e dibattiti è denominata “R2R TALKS“: momenti di dialogo strutturato e laboratori in cui affrontare le sfide con cui la società contemporanea è chiamata a confrontarsi.

L’intera sessione di convegni, seminari, dibattiti e incontri del Meeting si chiama “R2R Talks”: momenti di confronto sui temi della mobilità dolce e dello sviluppo sostenibile con esperti di caratura nazionale e internazionale.

Gli incontri sono mirati ad affrontare temi di interesse collettivo per chi opera nella progettazione di percorsi di mobilità dolce e nella valorizzazione dei territori e dei patrimoni ambientali e culturali. Ma le conferenze abbracciano anche una vasta gamma di argomenti di interesse per tutti i cittadini, comprendendo scienza, politica, temi globali, architettura, arte, musica e molto altro.

R2R TALKS nasce per consentire di presentare e diffondere progetti e proposte per migliorare la qualità della vita attraverso interventi di uomini e donne che – attraverso il proprio contributo di creatività, esperienza e visione – riescono ad offrirci uno sguardo sul futuro con competenza, con stile e con passione.
Negli anni, edizione dopo edizione, il Meeting va creando una vera e propria comunità, attraverso connessioni che speriamo possano restituire a questo nostro Paese le necessarie virtù di consapevolezza, coscienza, coerenza e coraggio nelle scelte per capovolgere la generale sensazione di incertezza.

I relatori provengono da ogni parte del territorio nazionale e coinvolgono anche numerose comunità scientifiche e istituzionali di livello europeo e internazionale, con approcci disciplinari diversi, necessari ad affrontare con approccio integrato e olistico i temi dello sviluppo sostenibile.
Tra gli speaker più autorevoli, R2R TALKS ha ospitato ministri, presidenti di consigli regionali, candidati a Premi Nobel, docenti universitari, rappresentanti di istituzioni ambientaliste e associazioni nazionali che si occupano di sviluppo di itinerari, rotte, cammini e ciclovie, ma anche di infrastrutture per la mobilità urbana, di innovazione nel settore dei trasporti e di intermodalità, trasformando il Meeting in un incubatore di reti sociali e d’impresa, ma anche in un osservatorio e un laboratorio di politiche pubbliche.

La formula itinerante e diffusa che contraddistingue gli R2R TALKS fin dalla loro ideazione, prevede l’organizzazione in contesti di pregio culturale ma anche – preferibilmente – in contesti periferici e presso siti che necessitano di valorizzazione o considerati “minori”.


PER SAPERNE DI PIÙ E PER ORGANIZZARE UN MOMENTO DI INCONTRO “R2R TALKS“, VAI ALLA SEZIONE CERCHIAMO BUONE PRATICHE

 

Rispondi